«

»

Mar 03

Hundreds of Mink Liberated in Italy (Delayed Report)

Received anonymously:

During the night of November 21, 2016, hundreds of mink were freed from cages at a fur farm in San Marco (Ravenna). The activists wrote, “The mink know that the executioner is set to arrive with the gas, but they also know that, with the noise of cages breaking, one jump leads out into the night and freedom!

Full claim of responsibility (Italian):

21 NOVEMBRE 2016
S.MARCO-RAVENNA
LIBERAZIONE DI VISONI

CI ABBIAMO MESSO UN PO’ A TROVARLO, MA ALLA FINE TRA LA FOLTA NEBBIA, E’ SPUNTATO FUORI ALLA NOSTRA VISTA L’ENNESIMO ALLEVAMENTO CHE LUCRA SULLA PELLE DI MIGLIAIA DI ANIMALI.

NEL BUIO DELLA NOTTE TANTI OCCHI SCINTILLANTI INDICAVANO DOVE APRIRE, URLA LACERANTI DI PICCOLI CORPI ASSIEPATI SPINGEVANO ALL’ URGENZA DI AGIRE L’ODORE DI MORTE NELL’ARIA SIGNIFICAVA CHE LE UCCISIONI ERANO GIA’ INIZIATE. NON C’ERA DECISAMENTE TEMPO DA PERDERE: LO SAPEVAMO NOI, LO SAPEVANO GLI ALTRI ANIMALI CHE IN POCHI BALZI SONO USCITI CORRENDO VERSO LA RECINZIONE CHE, ORMAI RASA AL SUOLO, NON SEGNAVA IL LIMITE DELLA PRIGIONIA, MA L’INIZIO DELLA LIBERTA!

IL NOSTRO SOGNO E’ VEDERE QUESTI LUOGHI DI SFRUTTAMENTO RASI AL SUOLO E GLI ANIMALI LIBERI. QUALCOSA CHE NON SI REALIZZERA’ MAI? IN QUESTA NOTTE SI E’ REALIZZATO NELLA FUGA DI CENTINAIA DI VISONI.

DI COSA HANNO BISOGNO QUESTI ANIMALI SE NON DI QUESTO? DI MANI CHE APRINO QUELLE GABBIE, MOMENTI CHE DIVENTANO UNA VITA VISSUTA CON DETERMINAZIONE CONTRO OGNI SFRUTTAMENTO E OPPRESSIONE.

SEMBRA CHE LA NUOVA POLITICA INTORNO A QUESTE AZIONI SIA MANTENERE IL MASSIMO SILENZIO SUI MEDIA.

GLI ALLEVATORI AVRANNO PAURA CHE QUESTE AZIONI SI REPLICHINO? O VORREBBERO DIMOSTRARE CHE NON AWIENE PIU’ NIENTE, SE NON QUELLO CHE AVVIENE TRA LORO CHE UCCIDONO E TRA CHI SCRIVE SCARTOFFIE CHIEDENDO DI SMETTERE DI UCCIDERE?

PERCHE’ ALLORA GLI ALLEVATORI NON DORMONO LA NOTTE PER VIGILARE SUI LORO LAGHER?

PROBABILMENTE C’E’ UN’ALTRA REALTA’ SOMMERSA DALLE VARIE CENSURE, UNA REALTA’ CHE EMERGENDO METTE IN EVIDENZA L’ESISTENZA DI UN’OPPOSIZIONE A QUESTI PROGETTI IN CONTINUO AUMENTO ED ESPANSIONE.

UN’OPPOSIZIONE CHE ROMPE CON QUALSIASI ATTESA, RASSEGNAZIONE E COMPROMESSO.

I VISONI SANNO CHE IL BOIA STA’ PER ARRIVARE CON IL GAS, MA SANNO ANCHE CHE, AL RUMORE DELLE MAGLIE DELLA RETE CHE SI ROMPONO, IL SALTO DA FARE E’ QUELLO CHE PORTA FUORI NELLA NOTTE E NELLA LIBERTA!

ADESSO SPETTA A NOI FARE QUEL SALTO DALL’ IMMOBILISMO VERSA L’AGIRE CON LA CONSAPEVOLEZZA DI NON POTER FARE ALTRIMENTI …